novembre 12, 2018

Ma CrossFit fa per me?

CrossFitters vecchi e nuovi

More...

​Accedi subito all' articolo

Visualizza subito il post: ti basterà fare il login e potrai accedere  anche in futuro a tutti i contenuti del Blog​

arrow-circle-right

Cosa facciamo in un Box CrossFit?

Perché quello che facciamo è così diverso dalla palestra tradizionale?

Queste molto probabilmente sono le domande che più frequentemente ci vengono fatte dalle persone che si avvicinano per la prima volta a questo Sport.

Persone che molto spesso sono titubanti, perché vedono dei video con omoni e donnone che sollevano pesi enormi e fanno esercizi che all’occhio di un non CrossFitter sembrano arrivare direttamente dal Cirque du soleil.

Ecco, i video che stai guardando quello che vedi su youtube sono probabilmente quelli in cui la parte agonistica di questa attività viene messa in risalto.

E già qui ecco che vediamo apparire la grande differenza tra CrossFit e le altre discipline del mondo ‘Palestra’: CrossFit si configura come un vero e proprio Sport, non come una semplice attività di Fitness.

Definire una attività come Sport, non significa dire che tutti quelli che ci si avvicinano o lo praticano debbano diventare atleti agonisti.

Ogni attività definibile come ‘sportiva’ ha una componente agonistica ed una componente ludica, dedicata a chi lo pratica per divertirsi e per stare un po' in forma.

Facciamo un esempio forse più vicino a te:
il Calcio.

Un giocatore di serie A, sta esprimendo la componente agonistica di questo sport. La partitella del martedì sera tra colleghi di ufficio o tra amici di vecchia data è invece la componente più leggera, più ludica di questo sport.

Apriamo e chiudiamo una parentesi: la percentuale di infortunio più grande si ha proprio tra coloro che una volta alla settimana, o peggio al mese, vanno a fare la partitella con gli amici. Ogni sport ha delle componenti di fatica, di stress di articolazioni, muscoli e tendini molto forti. In molti casi c’è anche un contatto fisico da gestire (l’ avversario che ti ostacola). Se non sei preparato a tutto questo, ti stai esponendo con una alta probabilità ad un infortunio.

Ecco quindi che se una persona vuole fare la partitella del martedì sera o banalmente andare a sciare in settimana bianca, dovrebbe comunque prepararsi prima.

Il presupposto per fare qualsiasi sport a qualsiasi livello, è avere un fisico pronto per quella attività.

In CrossFit noi facciamo proprio questo: prepariamo il tuo fisico a qualsiasi attività tu voglia fare: può quindi essere praticato per prepararsi anche ad altre attività sportive.

E a differenza della palestra tradizionale lo fa in modo molto più divertente ed efficace.

Essendo CrossFit anche uno Sport che può vivere in modo a sé stante, occorre cominciare in modo graduale, passando obbligatoriamente da una serie di passaggi volti a prepararti in modo adeguato.

E’ prassi ormai che vengano a fare la Lezione di Prova anche utenti incuriositi, che arrivano dalle palestre del circondario e da non ben identificati centri di funzionale.

Ed è purtroppo prassi avere di fronte persone convinte di essere in ottima forma.

E’ prassi quindi che ci si trovi di fronte a persone che eseguono in modo errato la maggior parte dei movimenti, anche quelli più basici. Magari erano anche abituati a sollevare carichi importanti con una tecnica più che approssimativa.

Il classico utente della sala pesi quando entra in un Box CrossFit, arriva nel 90% dei casi non sapendo eseguire uno squat in modo corretto a corpo libero. 

E quando andiamo a correggere queste persone, si sentono colpite nella parte più profonda del loro ego. Abituati ad eseguire movimenti 'ibridi' che chiamavano ad esempio 'squat', magari con 120kg, quando gli dici che quello che sta facendo non è uno squat ma un quarto di accosciata, per il loro ego è troppo!!

Alcuni colpiti nell’ orgoglio decidono di non continuare questa attività, perché ripartire da zero proprio non lo sopportano.

Allenarsi non per i cazzi propri ma con la supervisione continua di coach che ti martellano sulla corretta esecuzione degli esercizi è troppo per loro.

Ecco quindi che ora possiamo trovare risposta alla domanda: ‘Ma CrossFit è per tutti?’

No, CrossFit non  per tutti: non è una attività idonea a chi ha dei gonfiori muscolari o dell’ego eccessivi. Non può essere praticato da chi crede di potersi allenare da solo perché ‘lui sa fare a fare le cose….’

Nei nostri Box, CrossFit Cervia e CrossFit Bicocca, per scelta non facciamo allenare in Open Gym persone esterne, e anche gli interni, se vogliono venire negli orari di Open Gym devono attenersi ad allenamenti appositamente preparati, fatti da movimenti semplici, carichi molto bassi. 

Riteniamo che sia nostro dovere contrastare l'ondata che si sta verificando negli ultimi anni di utenti che dopo un annetto di CrossFit sono convinti di potersi allenare da soli. Io personalmente farei sempre e solo le class: sono divertenti, vieni sempre corretto e non consolidi errori che poi sono difficili da correggere, hai tutto il resto della class come benchmark, e questo ti spinge sempre un pò oltre.

CrossFit funziona, funziona alla grande, funziona anche per la Signora Pina 50enne che fino al giorno prima di entrare nel Box il massimo dell’attività sportiva che aveva fatto era stata preparare le tagliatelle. Funaziona anche per l’impiegato 40enne che da dieci anni praticava slo zapping selvaggio con telecomando seduto sul divano.

Funziona inizialmente anche se i Box a cui ti rivolgi non hanno una grandissima esperienza ……

E proprio perché funziona così bene, anche queste persone, che da anni frequentavano palestre e corsi di varia natura senza ottenere risultati, improvvisamente in 6 mesi si trovano a fare cose che non facevano neanche a 20 anni.

E dopo 6 mesi quindi, se non vengono opportunamente guidati cominciano a sentirsi atleti.

Nei nostri Box chi si crede atleta ed è convinto di potersi allenare da solo non è il benvenuto.

Da noi ci si allena solo in class e solo guidati dai nostri coach. Da noi programmazioni per pseudoatleti e per chi vuole ‘fare di più’ non sono le benvenute.

Nessuno si può allenare da solo, a meno che non sia un vero atleta agonista (e in Italia sono 10-12 in tutto).

E anche gli atleti agonisti, per chi non lo sapesse, si sottopongono frequentemente ad allenamenti sotto la supervisione dei loro coach.

CrossFit è class, è divertimento, è condivisione, CrossFit è ‘RISULTATI’, e questi vengono solo se fai le cose con i dovuti passaggi e le fai sempre seguito, sempre corretto da qualcuno.

CrossFit per definizione è una attività ad alta intensità, questo vuol dire che non serve sottoporsi ad allenamenti lunghissimi, ma occorre dare il massimo anche in soli 10 minuti di workout. Se alla fine di quel workout, eseguito al tuo livello (quindi senza strafare con pesi o difficoltà eccessive per te) non sei sufficientemente stanco, non vuol dire che devi fare di più, vuol dire che hai lavorato male.

Invece quindi di dare la colpa ad allenamento, programmazione, Box, Coach e chi più ne ha più ne metta, fai i conti con te stesso e chiediti perché non riesci a stancarti in un’ora di class.

Quando sento qualcuno che magari guardando la lavagna dice ….’dai ma oggi è troppo facile, oggi non è faticoso’ mi viene da ridere: io sono 10 anni che pratico CrossFit e non ho ancora trovato un workout che non mi abbia fatto finire a terra con la lingua fuori.

E’ probabile allora che se alla fine della class non ti senti stanco, tu ti sia allenando male: carichi troppo e quindi perdi intensità, esegui male gli esercizi e quindi perdi intensità, non spingi abbastanza e non ti alleni per andare sempre un po' oltre, e quindi perdi intensità.

L’intensità, spostare la soglia di fatica sempre più in là è una componente che va allenata, esattamente come forza ed esecuzione.

Allenarti da solo quindi, non farà che peggiorare questi aspetti. Ti allenerai in modo sempre meno intenso e perderai progressivamente anche la tecnica corretta degli esercizi, tornando indietro anziché andare avanti.

Ecco perché le programmazioni atleti, è meglio che le lasci stare e torni in class.

Una programmazione da eseguire in solitaria o con gli amici, non farà che farti regredire: gonfierà magari il tuo ego perché ti sentirai parte di una elite che si allena di fianco alla class, ma fermerà in modo decisivo i tuoi miglioramenti.

Sì, all’inizio migliori, ma poi dopo un po' di mesi, nella migliore delle ipotesi non avrai più risultati, nella peggiore ti farai male.

Ed ecco allora che la colpa sarà del Box, del coach, della programmazione di merda (così tu la definirai) e comincerà la tua transumanza da una programmazione all’altra. E puntualmente si ripeterà lo stesso film, fino al momento in cui penserai che CrossFit non fa per te e mollerai tutto.

Arriviamo quindi ai nostri amati Owners ….

Sì lo so .... il video non c'entra una cazzo ma mi piaceva ....

Come Owner hai una responsabilità importantissima sulle tue spalle: quella di diffondere in modo corretto CrossFit.

CrossFit è uno Sport, uno stile di vita, CrossFit è quello che viene insegnato al Level 1 e al Level 2. Non c’è niente da inventare.

Abitua i tuoi utenti a stare nelle class, a tenete a bada il loro ego, perché è il loro nemico numero uno: è quello che a breve termine porta nelle tue casse i soldini di una programmazione dove non ti sbatti (perché tanto si allenano da soli), ma che a medio lungo termine esporrà i tuoi clienti ad infortuni, non risultati, esercizi eseguiti male, demotivazione.

E soprattutto, convincendoli che possono allenarsi da soli ti abbandoneranno presto, perché non dai nessun valore aggiunto.

Se non sei in grado di cambiare veramente la vita dei tuoi iscritti e di trasmettere ei giusti messaggi, se ti limiti a ‘vendere’ qualcosa, questi utenti sceglieranno dove andare in base a prezzo proposto, e quindi il primo che fa 5 euro al mese in meno di te li porterà via.

Ecco, questo è veramente la morte di CrossFit, di chi ci crede veramente.

Se questa tendenza prende piede, spiegami perché un utente dovrebbe allenarsi da te e non nell’area funzionale di una qualsiasi globogym (tanto ormai ce l’hanno tutte il finto box dentro) la Virgin Active dopo 6 mesi di Gag e Pump pare rilasci pure un certificato che ti 'abilita' all'uso dell' area Cross Active' .... mio Dio .....

Se abitui i tuoi clienti ad allenarsi da soli, gli stai dicendo che possono farlo ovunque. Online pieno di programmazioni anche gratuite che possono prendere e fare dove vogliono.

Se passi questo messaggio ti causi quindi un doppio danno:

  • eticamente non sei più credibile, perché anziché diffondere CrossFit in modo corretto, hai provato a fare cassetto senza sbatterti (tenere una class o un personal è faticoso, e se non lo fai tu lo fai fare ad una trainer che devi pagare)
  • hai fatto un autogoal anche gestionalmente e finanziariamente, perché hai fatto sì che quello che vendi valga zero per il tuo cliente.

Hai fallito clamorosamente anche come imprenditore, non solo come Coach: non sei etico e non sai neanche fare a fare profitto.

Se hai aperto un Box perché avevi annusato un bel business, è meglio che lo chiudi subito. Il business non c’è. C’è lo sposare uno stile di vita, che molto probabilmente ti farà guadagnare meno di quanto non facevi prima, ma ti farà stare bene con te stesso e ti farà sentire utile.

Personalmente guadagnavo molto di più quando lavoravo in azienda, ma ho scelto di fare il Box Owner consapevole che nelle mie tasche sarebbero entrati meno soldi.

Cazzo io lo sapevo, lo avevo messo in conto, ma io a CrossFit ci ho sempre creduto veramente!!

Ecco perché quando sento qualcuno che parla di rinnovare o meno l’affiliazione, mi si gonfia la vena …. Ma questo è un terreno minato dove non voglio entrare. Personalmente non ho mai messo e mai metterò in discussione questo punto: l’affiliazione va pagata e va rinnovata, PUNTO.

E comunque …. vuoi guadagnare di più? C’è un solo modo per farlo: aumentare la tua soglia di competenza, sia come coach che come Box Owner e aumentare anche la soglia di competenza dei tuoi coach.

I tuoi clienti devono essere disposti a pagarti via via sempre di più perché ti ritengono un professionista sempre più valido, non perché hai dei bilancieri nuovi o le docce più fighe del quartiere.

Cazzo falli allenare con dei bilancieri arrugginiti e dei dischi scassati, ma Cristo quando apri la bocca e li correggi, tu devi esse il migliore, i tuoi coach devono essere i migliori!!

Se i tuoi clienti si muovono per 5 euro di sconto o per un box esteticamente più figo le cose sono due: o non erano tuoi clienti (a noi non interessa questa tipologia di cliente) o tu non vali un cazzo come professionista.

Quindi, CrossFit è per tutti?

No, è solo per chi sa distinguere cosa funziona e cosa no, è solo per chi sa distinguere il professionista dal cialtrone e dall’inesperiente.

Ma se tu sei un cialtrone o un inesperiente, forse CrossFit non è nemmeno per te, quindi fai bene se non vuoi rinnovare l’affiliazione.

Se ti senti già arrivato e pensi di non aver più nulla da imparare da CrossFit e dai corsi di CrossFit, CrossFit decisamente non è più per te, ed è meglio che tu prenda la tua strada.

Così  ho detto, andate in pace.

Cordialmente

Mister Beef

Mister Beef

Al Secolo Roberto Manzi. Innanzi tutto, da dove arriva lo pseudonimo? Mr Beef è stato coniato dal suo parrucchiere di fiducia, Sergio di Tony & Guy .... ok è pelato, ma riesce a spendere comunque 80 euro per farsi tagliare i capelli a forbice ... Roberto Manzi, oltre a farsi tagliare i capelli da Sergio è co-owner di CrossFit Bicocca, CrossFit Cervia e CrossFit Cervia on the Beach. Roberto ha cominciato a praticare CrossFit nel 2008, quando ancora nessuno sapeva nemmeno cosa fosse un Allenamento Funzionale o un Kettlebell. Da allora la sua passione per questo sport è cresciuta in modo esponenziale di anno in anno, e lo ha portato a studiare e formarsi in modo maniacale sia sul Coaching, che sull' aspetto gestionale dei Box CrossFit. Oltre alla formazione canonica di CrossFit (è Level 2 ed ha seguito tutti gli Specialties Courses presenti nel sito di CrossFit.com), si reca diverse volte all' anno negli Usa: è allievo di James Fitzgerald (Opex Fitness), Austin Malleolo (Head Coach di Reebok CrossFit One, owner di 5 box di successo negli USA, 7 volte atleta Games e titolare della programmazione Ham Plan), Jason Khalipa (atleta Games, oggi il maggior imprenditore di successo nel modo del CrossFit, con il suo impero in continua espansione fatto attualmente di 22 box attivi in tutto il mondo) e Dan Kennedy (Small Business Marketing Strategist). Nel suo passato lavorativo, ha ricoperto per 15 anni il ruolo di Direttore Marketing in diverse multinazionali, ed ha seguito più di 30 Start Up di alto livello. Nel 2012 ha aperto uno dei primi box CrossFit in Italia (CrossFit Bicocca), nel 2017 CrossFit Cervia, nel 2018 il primo Beach Box della Riviera. La grande esperienza che può vantare non è tanto su cosa ha costruito, anche se non è da tutti avere 3 box di successo in così poco tempo, ma sta nel fatto che nel suo percorso nel mondo del CrossFit ha fatto TUTTI GLI ERRORI POSSIBILI E IMMAGINABILI. Trascorre diversi mesi all'anno negli USA, perché 'se vuoi essere il migliore devi imparare dai migliori' e i migliori sono negli Stati Uniti. E poi negli Usa si fa un sacco di shopping interessante e il nostro Mr Beef è noto per il suo shopping compulsivo... Continua ad allenarsi, studiare e formarsi continuamente e anche a sbagliare, per poi correggere e imparare dai propri errori.

Click Here to Leave a Comment Below

Leave a Reply: